ROBERT BURNS CENTRE
MILL ROAD, DUMFRIES
Tel (01387) 264808

orari di apertura aprile-settembre lunedi-sabato ore 10-20 domenica ore 14-17
ottobre-marzo martedi-sabato ore 10-13, 14-17
entrata libera
(proiezione cinematografica: adulti: £1.80p, ridotti: 90p)
cinematografo aprile-settembre inizio del film ore 20.00
ottobre-marzo inizio del film ore 19.30
costo d'entrata Adulti Sterline £5.50, Riduzioni £4.10

Robert Burns, il più illustre poeta scozzese, trascorse i suoi ultimi cinque anni di vita a Dumfries. Nel 1787, quando gli fu offerta la locazione del podere di Ellisland alcune miglia a nord di Dumfries, venne per la prima volta in questa città. A quei tempi era già rispettato come autore. L'edizione di Kilmarnock delle sue poesie del 1786 risultò talmente popolare che solo dopo nove mesi fu ristampata. Burns e la sua famiglia si trasferirono presto a Ellisland, e per migliorare il suo reddito dall'agricoltura trovò un lavoro nell'ufficio delle dogane e delle finanze a Dumfries.

Malgrado il suo doppio impiego e la sua salute cagionevole Burns trovò sempre il tempo per scrivere molte poesie facendone spesso arie popolari. Nel 1791 Burns lasciò Ellisland e si trasferi in un appartamento nella Bank Street, vicino al centro città. Ebbe ora più tempo libero che sfruttò, scrivendo molte canzoni.

Nel 1793 Burns si trasferi in una casa più grande nella Mill Street, oggi Burns Street, dove scrisse alcune delle sue canzoni più famose, tra l'altro "My Love is Like a Red Red Rose", "A Man's A Man For A' That" e "Scots Wha Hae". Ma purtroppo il suo stato di salute continuò a peggiorare e, dopo aver per un certo periodo fatto regolarmente il bagno nel mare a Brow Well, nel 1796 ritornò molto indebolito a Dumfries. Morì il 21 luglio dello stesso anno a l'età di soli 37 anni.

Il Robert Burns Centre fu aperto nel 1986 onde narrare la storia degli ultimi anni di Robert Burns trascorsi nelle strade molto frequentate e nell'atmosfera viva di Dumfries verso la fine del diciottesimo secolo. E la piu recente fondazione sul Heritage Trail dell'ente per il turismo scozzese e aiuta i visitatori a scoprire il "Burns Country".

La "città Reale Dumfries", allora indipendente, possiede almeno dal 1705 un mulino in questo posto. In quell'anno fu costruita una diga per azionare le ruote del mulino. Il fabbricato presente data dell'anno 1781 e aveva originariamente tre ruote idrauliche per disotto. L'impianto fu preso dall'Electricity Board a cavallo dei due secoli per la generazione di elettricità.

La galleria nel piano superiore è dedicata a Robert Burns e a Dumfries e contiene molti manoscritti originari e oggetti del poeta. Il nucleo dell'esposizione è un modello che presenta Dumfries verso il 1790 in scala 1:500. Le tavole trattano la via quotidiana di Burns, le sue opere letterarie, i suoi contatti sociali e avvenimenti importanti della sua vita durante il suo soggiorno nella città. Anche lo sviluppo del culto di Burns viene tratteggiato, ed un modello in grandezza naturale lo mostra in qualità di doganiere.

Al piano superiore si trova anche un bar dove vengono serviti pasti caldi e freddi e spuntini. Rinfreschi possono essere presi nel bar o all'aperto con vista sul fiume Nith. Le pareti del bar e del Burns Centre vengono usate per richiamare l'attenzione su un programma variabile di esposizioni, tra l'altro opere di artisti ed artigiani locali.

Inoltre vi si trova una sala di proiezione con 69 posti, in cui vengono presentati due film corti, precisamente "Robert Burns: gli anni a Dumfries" e "Dumfries, Regina del Sud". Negli anni '80 lo Scottish Film Theatre riconobbe la necessità di un cinematografo regionale nel sud della Scozia, e così con la sua assistenza finanziaria fu aperta nel 1987 la sala di proiezione e la sera furono presentati lungometraggi qualitativi. Il cinematografo è attrezzato per la proiezione di film a 35 mm e a 16 mm, e, considerando le sue dimensioni, è uno dei più popolari in Scozia.

Il centro contiene una libreria ben fornita ed un ufficio informazioni. E inoltre completamente attrezzato per le necessità di minorati fisici.